La legge di bilancio 2017 (emanata lo scorso anno), ha modificato con decorrenza dal periodo di imposta 2017 le regole che devono utilizzare le imprese minori (imprese individuali, snc , sas) in regime di contabilità semplificata per la quantificazione del reddito imponibile.

Ad effetto di quanto introdotto, scompare pertanto per le imprese minori il criterio di competenza e divengono irrilevanti rimanenze iniziali e finali.

A partire dal presente anno d’imposta (2017), il reddito delle mini imprese si quantificherà, sottraendo dai ricavi “percepiti” i costi “sostenuti”, al pari di quanto avviene per i Professionisti (lavoratori autonomi).

Consigliamo quindi non solo a tutti i Lavoratori Autonomi, ma anche ai titolari delle imprese minori, di “fare il punto della situazione di fine anno”, redigendo, anche su un foglio Excel,  un mero elenco delle fatture ancora da incassare/pagare alla data del 31 dicembre.

 

Dott. Francesco Galassi

DOTTORE COMMERCIALISTA & REVISORE LEGALE Iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti di Pisa n. 824 sez. A. Si occupa principalmente di Consulenza Bancaria, Contabile e Fiscale, Valutazione Aziendale, Analisi Strategica e Gestione Crisi.

No Comments

Leave a Comment

* Il consenso è obbligatorio ai fini del Reg. UE 2016/679 (GDPR)

*

Accetto

sei + cinque =